ECOBONUS 110% - DECRETO RILANCIO

Infistil offre a tutti i propri clienti la possibilità di acquistare infissi nuovi sfruttando il credito statale dell’ecobonus previsto dal Decreto Rilancio, in particolare dall’articolo 119 e 121.
Le leggi attuali prevedono detrazioni pari al 50% e al 110% con diverse modalità di applicazione.

In questo articolo capiremo nel dettaglio chi ha diritto alle detrazioni del 110% e in che modalità.

Offriamo ai nostri clienti un servizio a 360° in cui un team di tecnici specializzati e abilitati ti seguirà passo a passo in ogni fase dell’intervento, dalla valutazione iniziale, al completamento della riqualificazione.
Inoltre abbiamo stipulato per i nostri clienti vantaggiose opportunità di credito presso le banche con cui collaboriamo in modo da evitare tutti gli intermediari;
Ogni professionista si interfaccerà direttamente col cliente ed in questo modo ci sarà la massima trasparenza e professionalità.

Non hai le idee chiare? Basterà leggere questa guida per punti e avrai subito il quadro completo.

Chi ha diritto?

  • Persone fisiche ( familiari dei proprietari e conviventi compresi, a patto di essere loro a sostenere le spese di riqualificazione)
  • Persone fisiche in affitto con contratto di locazione in essere (il proprietario dell’immobile deve approvare i lavori di riqualificazione)
  • Condomini
  • Enti sociali senza scopo di lucro
  • Istituti autonomi case popolari (IACP)
  • Cooperative
  • Associazioni sportive dilettantistiche

Quali sono gli edifici ai quali si applica?

Prime e seconde case, in condominio o unifamiliari
Unità interne a edifici plurifamiliari (devono avere ingresso privato e devono essere indipendenti).

Non sono comprese le seguenti categorie catastali: A1 – A8 – A9

Quali spese sono detraibili?

  • tutte le spese per interventi di ristrutturazione e riqualificazione previste del decreto rilancio (che vediamo di seguito) sostenute dal 1 Luglio 2020 al 31 dicembre 2021
  • I materiai impiegati
  • Le spese di progettazione
  • Le spese professionali

Gli interventi si dividono in: trainanti e trainati

Quali sono gli interventi trainanti?

Sono gli interventi che ti permettono di accedere alla detrazione del 110% e si dividono in 3 categorie:

  • realizzazione di isolamento termico
    Interventi di isolamento termico delle superfici opache verticali, orizzontali e inclinate che interessano l’involucro dell’edificio per oltre il 25% della superficie disperdente lorda dell’edificio o dell’unità immobiliare. Ad esempio il cappotto esterno e le coperture frangisole fisse.
     
  • Sostituzione impianti di riscaldamento, raffrescamento o caldaie sulle parti comuni degli edifici per la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale esistenti con impianti centralizzati per il riscaldamento, il raffrescamento o la fornitura di acqua calda.
    La detrazione è riconosciuta anche per le spese relative allo smaltimento e alla bonifica dell’impianto sostituito nonché per la sostituzione della canna fumaria collettiva esistente.

    Sugli edifici unifamiliari o sulle unità immobiliari site all’interno di edifici plurifamiliari che siano funzionalmente indipendenti e dispongano di uno o più accessi autonomi dall’esterno. Sono incentivati con il superbonus 110% gli interventi sugli edifici unifamiliari per la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale esistenti con impianti per il riscaldamento, il raffrescamento o la fornitura di acqua calda sanitaria.
     
  • Messa in sicurezza antisismica dell’edificio
    Interventi di miglioramento e adeguamento antisismico, rientranti nella disciplina del sismabonus, realizzati nelle zone a rischio sismico 1, 2 e Hanno diritto al superbonus 110% anche gli acquirenti di unità immobiliari realizzate, nelle zone a rischio sismico 1, 2 e 3, da imprese di costruzione e ristrutturazione mediante la demolizione di vecchi fabbricati e la ricostruzione con criteri antisismici ed eventuale ampliamento volumetrico. È agevolata con il Superbonus anche la realizzazione di sistemi di monitoraggio strutturale continuo eseguita congiuntamente agli interventi di miglioramento o adeguamento antisismico.

Quali sono gli interventi trainati?

Sono gli interventi che si possono affiancare ad almeno uno degli interventi trainanti:

  • sostituzione di infissi
  •  schermature solari
  • cassettoni
  • portoni d’ingresso e complementari ad essi

Tali interventi devono essere in sostituzione, avere prestazioni energetiche uguali o inferiori ai minimi stabiliti dalla legge e riguardare obbligatoriamente locali riscaldati.

Tutti i nostri infissi e complementi (certificati e garantiti) rispettano e superano i requisiti minimi richiesti per ogni fascia climatica in Italia.
Installazione di pannelli fotovoltaici con sistema di accumulo e non
Installazione di colonnine di ricarica per auto elettriche

Quali documenti devo produrre?

Attestato di Prestazione Energetica (APE), redatto sia prima, che dopo l’intervento di riqualificazione energetica. In caso di più unità, si dovrà produrre un attestato per ogni unità abitativa.

La riqualificazione energetica deve migliorare di 2 classi energetiche l’immobile o comunque raggiungere la massima classe possibile

Asseverazione della documentazione rilasciata obbligatoriamente da un tecnico abilitato.
Visto di conformità (rilasciato da un commercialista, dal Caf o da altri intermediari abilitati) per accedere a sconto in fattura o cessione del credito che dimostra il rispetto dei requisiti per le detrazioni d’imposta (art. 119, comma 11)

Quali sono i massimali di spesa per gli interventi sopra citati?

Ovviamente ci sono degli importi massimi di spesa per gli interventi, questo punto è molto importante e non sempre ben chiarito.
I massimali di spesa sono intesi per ogni tipo di intervento e nel caso di interventi trainati (come gli infissi) devono rispettare delle tabelle con costi espressi al mq.

Riqualificazione energetica ed isolamento termico: 40’000€ per unità abitativa in caso di condomini (30’000€ da 9 unità in su)
Riqualificazione energetica ed isolamento termico: 50’000€ per case unifamiliari / plurifamiliari
Sostituzione impianti: 20’000€ per unità abitativa in caso di condomini (15’000€ da 9 unità in su)
Sostituzione impianti: 30’000€ per case unifamiliari / plurifamiliari
Sostituzione di infissi, schermature solari, cassettoni e portoni d’ingresso e complementari ad essi: 60000€ per unità abitativa
I massimali al mq sono stabiliti su base regionale e variano in base alla regione.

Il cliente deve pretendere il massimo della qualità dagli infissi che sostituisce in modo da sfruttare al massimo il credito erogato dallo stato.
Infistil offre ai propri clienti infissi con massime prestazioni perché forte di materiali di prima qualità e optional esclusivi nel mercato italiano.

Cosa succede se non ho diritto all’ecobonus?

Chi non ha diritto per uno o più motivi all’ecobonus dovrà sostenere le spese le spese di sopralluogo iniziale da corrispondere al tecnico incaricato.

In caso di rivalsa da parte dell’agenzia delle entrate per una o più non conformità relative all’intervento, il committente dovrà pagare i lavori senza usufruire delle detrazioni, oltre ad avere la responsabilità relativa al mancato rispetto delle norme di sicurezza o di eventuali comunicazioni.

In caso di piccoli abusi edilizi, sanabili con condono, si potrà ugualmente usufruire dell’ecobonus sull’immobile ma non sulle parti riguardanti il condono. Sarà necessaria un’ autocertificazione che attesta la data di inizio lavori.

Per gli abusi edilizi non sanabili, il bonus viene annullato. Inoltre, in caso di difformità delle opere edili, rispetto a quelle comunicate ad inizio lavori per mezzo delle apposite documentazioni (Scia, Dia, Cila), la detrazione viene annullata. In questo caso l’amministrazione finanziaria si occuperà di recuperare, con sanzioni e interessi, la detrazione utilizzata dal contribuente.

Se stai pensando di ristrutturare la tua casa e fare interventi di riqualificazione energetica non esitare a contattarci, sarai seguito dall’inizio da professionisti o tecnici abilitati e avrai la possibilità di installare solo materiali di massima qualità. Inoltre attraverso la nostra attenta valutazione e progettazione eviterai di incorrere in spiacevoli spese impreviste e rivalse da parte degli enti fiscali e statali.

Infistil Rimini